ARMISTIZIO ARMENO AZERO

Tempo di lettura:56 Secondi
ARMISTIZIO ARMENO AZERO

Il Cremlino è riuscito a convincere Armenia e Azerbaigian a fermare le ostilità e avviare il cessate il fuoco. Il ministro degli esteri russo e gigante della diplomazia Sergei Lavrov ha condotto i negoziati, per undici ore di fila, alla veneranda età di 70 anni.
La Russia batte tutti, anche la NATO che avrebbe voluto affidare, incoerentemente la direzione del processo di pace alla Turchia (uno degli attori coinvolti nel conflitto). Dato il ruolo più che attivo di Erdogan, anche se in ombra, affidare a lui le trattative, sarebbe stato come affidare alla volpe la custodia del pollaio.
Se resisterà il cessate il fuoco, risulteranno fallimentari i piani turchi di destabilizzare il Caucaso meridionale, con l’appoggio di una parte dell’occidente, per mezzo di una nuova guerra manipolata, stile Siria.
Ancora una volta sono risultate fallimentari le varie organizzazioni internazionali nate per mantenere la pace nel mondo.
Imbarazzante poi il ruolo della NATO che, appoggiando la Turchia, si è mostrata un’inconcludente e grossa istituzione avulsa dagli equilibri internazionale e della quale si sono scoperti ombre enormi nel perseguimento dei suoi obiettivi.


Massimiliano De Noia